HARLOTS – LE PROSTITUTE NELLA LONDRA DEL ‘700

harlots-s1

La locandina del film

Si chiama Harlots, in inglese Prostitute, la nuova serie di 8 episodi firmata Hulu. Ambientata nella Londra del ‘700, narra la storia di un gruppo di prostitute appartenenti a due bordelli in competizione: uno più povero e popolare gestito dalla matrona Margaret Wells (Samantha Morton) e uno più borghese e altolocato dalla dama Lydia Quigley (Lesley Manville). Tra le attrici spiccano Elodie Smyth, (Lucy) la giovane figlia di Margaret che cederà la sua verginità per salvare gli affari di famiglia e Jessica Brown-Findlay, (Charlotte), la dama cortigiana più ambita della società, già vista in Downton Abbey.

d4d7a526-637c-43a7-9b03-e368476bf1f0

Jessica Brown-Findlay (Charlotte)

La serie è creata da Halison Newmna e Moira Buffini, la prima attrice di lungo corso, la seconda sceneggiatrice di opere teatrali e di film, entrambe all’esordio nella serialità. Harlots è tratto dalla guida Harris’s List of Covent Garden Ladies del diciottesimo secolo, Il popolare libretto di epoca georgiana, scritto da padroni e protettori e pubblicato tra il 1757 e il 1795. Qui vengono descritti gli attributi fisici, le inclinazioni sessuali, la bellezza delle ragazze del tempo, le loro abilità nel sesso a pagamento, presente nella zona di Covent Garden a Londra.

Il team di produttori, registi e scrittori è quasi interamente al femminile e questo ha influenzato il punto di vista nel raccontare le storie delle donne, sostiene l’executive producer, Debra Hayward. Non ci sono “punti di vista maschili” e lo show ha uno sguardo proiettato del loro mondo verso l’esterno. Per questo possiamo definirla una serie femminista, che racconta un punto di vista nuovo.

0324harlots01

La matrona Margaret Wells (Samantha Morton)

Per capire la serie è necessario analizzare il tempo storico nella quale è ambientata: nella metà del XVIII secolo il mondo era dominato da uomini, che detenevano il potere e controllo sulle donne. Le donne sono un oggetto del piacere maschile, che siano mogli o semplici sgualdrine, rimangono al loro servizio. Harlots ben rappresenta quella situazione, dove il mercato del sesso non è solo pagato dagli uomini, ma anche punito da questi, attraverso la morale e leggi che le condannano. Nella serie vi sono denunce, soffiate tra i due bordelli e gruppi religiosi che incriminano la loro attività. Viene rappresentato un mondo meschino fatto di interessi personali dove il commercio è dato dal sesso a pagamento. L’unica luce pura e umana è data proprio dalle ragazze povere del bordello, che si aiutano e sostengono come una famiglia, lottando contro la classe dominante maschile.

Episode 4

 Eloise Smyth – Lucy  Wells (Photo by: Liam Daniel/Hulu)

Harlots parla di donne costrette a prostituirsi in un periodo storico in cui, per una donna, cedere il proprio corpo, significava indipendenza economica e autonomia, lontano dall’uomo. Nel Settecento per una donna non vi erano percorsi alternativi alla propria indipendenza se non quello di lavorare come prostituta. Il corpo si sacrifica per denaro, per la propria sopravvivenza.

La colonna sonora della serie è in stile rock pop all’avanguardia. Vi è una cura e attenzione dagli abiti, alle parrucche, vestiti, ambienti e oggetti di scena curati nel dettaglio che enfatizzano il lusso assoluto di quell’epoca e l’ipocrisia della classe sociale nobile che critica e condanna la prostituzione ma se ne avvale per il proprio piacere sessuale: le perversioni messe in atto, i giochi sessuali e le scene esplicite danno un quadro completo alla narrazione.

29HARLOTS-master768

La propietaria del bordello di lusso Lydia Quigley (Lesley Manville). 

Al momento la serie è in inglese ed è visibile il trailer su you tube oppure la versione completa al link in streaming. Si spera in futuro, possa essere trasmessa anche in Italia, patria della morale della religione cattolica.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...