LA FOTOGRAFIA FEMMINISTA NELL’ITALIA DEGLI ANNI ‘70

L’arte e la fotografia femminista degli anni Settanta hanno voluto lavorare sull’emancipazione della donna dando risalto al corpo come essenza non soggetta allo sguardo maschile, l’identità, come espressione dell’essere da fotografare e fotografato attraverso l’autoscatto, la frammentazione degli stereotipi di genere, e la critica ferrea ai mass media e le pubblicità che vedevano il predominio dell’uomo e la mercificazione della donna.

IL NUOVO REALISMO DI NIKI DE SAINT PHALLE

Niki de Saint Phalle è l’unica donna del Nuovo Realismo. Artista poliedrica ha saputo fare della sua opera uno stile di vita: scultrice, regista, pittrice ha realizzato opere monumentali in giro per il mondo e un giardino con tessere di mosaico ispirato all’opera di Gaudì sul tema dei Tarocchi.

NASCITA E FUGA DAL CAMPO 14

Shin è un prigioniero vissuto per 23 anni nel campo di lavoro 14. Nel libro narra la sua storia, le sofferenze subite, le torture e la vita dentro al campo, fino alla sua fuga. In questo scenario desolato si inserisce la storia della Corea del Nord e la dittatura di Kim Jong Un